mercoledì 21 novembre 2007

Divina Vanna

Forte di una condanna a 10 anni per associazione a delinquere finalizzata alla truffa, Vanna Marchi si è fatta assumere a Carpi come direttore di un centro benessere.

Se fossimo maligni diremmo che il benessere è soprattutto suo, visto che le cure dimagranti sono pur sempre un modo per ridurre le persone all’osso.

Invece vogliamo darle atto che la vicenda processuale l’ha indotta all’umiltà. Ieri ai premurosissimi telegiornali ha dichiarato: “Hanno fatto morire Tortora e Sabani, ma non faranno morire me. Se morirò è perché lo vuole il buon Dio, magari ha bisogno di me per vendere qualche stella”.


Vota questo post su OkNotizie

5 commenti:

astrosio ha detto...

dio che vende le stelle con vanna marchi promoter è un trip di un certo rilievo. diciamolo.

Bulbo Oculato ha detto...

il problema è chi se le compra.

astrosio ha detto...

giusto. ce n'è sempre qualcuno.

romulo ha detto...

che bella cosa!!! mha!

Anonimo ha detto...

Cara Vanna, la truffa è reato ma non provo nessuna pietà per tutte le stronze che hai raggirato: se lo meritavano. Il tuo problema , cara Vanna, è, ed è stata, tua figlia.Brutta, arrogante, antipatica, avida. Non dovevi affiancarla a te. Senza di lei te la saresti cavata. E se ti tieni quella palla al piede, la Stefania, anche al Beauty Center, la sfiga ti perseguiterà, e non ti basterà tutto il sale del mondo. Auguri. Silvia.