giovedì 5 marzo 2009

Prodezze parlamentari

Detesto chi detesta i parlamentari. Detesto il luogo comune che li vuole strapagati, privilegiati e fannulloni. E detesto pure chi li accusa di fare i propri comodi con i nostri soldi.

Bisogna inchinarsi, invece, davanti alla prontezza con cui reagiscono ai soprusi e alle ingiustizie, come il rigore concesso all'Inter contro la Roma per un presunto fallo su Balotelli.

Il Roma Club Montecitorio (sì, esiste un Roma Club in Parlamento) ci ha messo un batter d'occhio a convocarsi con un'assemblea straordinaria per decidere con la massima urgenza "le iniziative di protesta a tutela dei tifosi romanisti", condannare "l’ennesimo torto subito dalla squadra giallorossa" e "presentare un’interpellanza sulla gestione degli arbitri nel campionato di calcio".

...
Vota questo post su OkNotizie

5 commenti:

Anonimo ha detto...

per forza, non siamo stati costretti ad eleggere proprio loro perchè si occupassero solo di queste grandi cose? Antonio

Anonimo ha detto...

No, non siamo noi a eleggerli. Il sistema politico in cui siamo immersi, ci porta ad eleggere, quasi per noia, chi si presenta. Non abbiamo spirito interrogativo e tantomeno non siamo in grado di "ribellarci". Pecore. Ecco cosa siamo. Giorgio R.

tock ha detto...

Ci vorrebbe, invece, un' ITALIA CLUB MONTECITORIO ,in assise permanente, per tutelare gli interessi dell'intera Nazione oggi sempre più calpestati dalle caste di turno.

Bulbo Oculato ha detto...

antonio e giorgio: il popolo bue ha solo due armi, il voto e il forcone. La prima ce l'hanno neutralizzata.

tock: magari esiste già, ma dà segni di vita solo ai mondiali.

studium ha detto...

Più che altro sembriamo anestetizzati.
Il forcone ce lo portiamo conficcato dietro senza neanche accorgercene.