lunedì 3 novembre 2008

A noi Obama ci fa un baffo

Tra Obama e McCain c'è già un vincitore: l'italiano provinciale, in particolare il vip che si mette il pettorale alla maratona di New York solo perché fa figo. È un eroe, più di Saviano: attraversa impavido l'oceano solo per farsi immortalare col pettorale sul Verrazano Bridge, lui che mai correrebbe neanche una gara parrocchiale.

Lo vedi, il politico o il presentatore di turno, mentre si fa intervistare dalle tv millantando anni di dura gavetta, in realtà pronto a fiondarsi sul primo aereo per l'Italia con l'obiettivo di spendersi quello spicchio di popolarità acquisito nella Grande Mela.

Dobbiamo tenerceli ben stretti, i nostri eroi italiani. A cominciare da Gianni Riotta, che da giorni colora la sigla e il logo del Tg1 con la bandiera a stelle e strisce e la scritta "USA 2008". Gesto audace e valoroso, che innalza la qualità del servizio pubblico. Perché allora non mettere nella sigla la faccia del commissario Montalbano, visto che è appena iniziata la nuova serie?

Vota questo post su OkNotizie

6 commenti:

elisa ha detto...

Ma l'italiano è sempre presente e chi lo ferma...

Dai ma Riotta aveva messo anche il logo per le Olimpiadi...
è per dire "noi siamo attuali"!!!!!
;)
ciao

Bulbo Oculato ha detto...

appunto: ricordo bene quel logo, ma le olimpiadi sono le olimpiadi, coinvolgono allo stesso tempo tutti i paesi del mondo. Mettere la bandiera USA nel nostro tg esprime invece provincialismo e subalternità. Non è più "noi siamo attuali", è "noi siamo pacchiani". È solo moda, è chic, come il maratoneta vip a NY. Se fossero davvero attuali dovrebbero mettere un bel logo che simboleggi la crisi globale. E scusa lo sfogo.

Stefano ha detto...

Tanto ormai Riotta è un morto che cammina: con il cambio di Governo prima o poi verrà sostituito anche il direttore del TG1. Non mi illudo comunque che chi lo sostituirà sia meno provinciale di lui...

tock ha detto...

Bisognerebbe avere più....fede nelle cose comuni: forse l'italiano sta diventando un po' troppo pessimista.

Antonio ha detto...

....Riotta è il nuovo che avanza!!!

Bulbo Oculato ha detto...

stefano e antonio: il direttore del tg1 è già stato sostituito. Al posto di Riotta sinitra c'è ora Riotta destra.

tock: essere seriamente pessimisti sarebbe già un passo avanti rispetto alla lagna lacrimosa fine a se stessa.