mercoledì 4 luglio 2007

L'orgoglio e la rabbia

In preda ad un divertito sbigottimento devo ancora parlare di Second Life perché apprendo che il 18 luglio si terrà a Montale (Pistoia) il primo Second Life Pride. L'evento è definito "il primo raduno italiano, ma anche il primo in tutto il mondo, degli avatar di SL". Mica pizza e fichi, c'è anche una pomposa scheda di adesione.

Aiuto. L'orgoglio imperversa, straripa, risucchia tutto. Sembra che non si possa più coltivare una passione senza farne un "pride" pubblico. Persino le aberrazioni come la pedofilia hanno la loro giornata in calendario. Mi stupisce che ancora non esista il Paris Hilton Pride, per gli sfegatati dell'ereditiera. E fin qui l'orgoglio.

Poi c'è la rabbia, che è tutta mia, perché vedo gente mobilitarsi per cose stupendamente vacue, salvo poi tirarsi indietro di fronte agli appuntamenti che hanno uno spessore civile e che forse sono in grado di incidere sulla nostra first life.

Il referendum sulla legge elettorale, tanto per dire. Spero che anche gli appassionati di Second Life, prima di autocelebrarsi il 18, non si scordino del mondo in cui vivono e mettano una firma a sostegno dei quesiti. Io firmo oggi a Roma.


Vota questo post su OkNotizie

8 commenti:

ILLAICISTA ha detto...

Ho potuto constatare che si vive soprattutto di vacuità e frivolezze varie, almeno per la maggior parte delle persone mi pare sia così.
Ma in fondo fa parte del gioco, della libertà che ad ogni "Stile di vita" dobbiamo riconoscere.
Quanto alla mobilitazione per il referendum non ci conterei troppo, è probabile che non ne sappiano nulla. E non è una colpa, diciamolo.

P.S.: divagando ma non troppo.
Mi sapresti spiegare il senso che può avere collezionare schede telefoniche?
O posacenere, magari rubandoli negli alberghi? :-)

Ludovica ha detto...

Carissimo bulbo, e tu ci vorresti far essere così banali da preoccuparci di inquinamento, giustizia sociale, guerre(leggi: affri) nel mondo, invece di organizzare uno splendido pride per eleggere la parishiltonina dell'anno?

samuelesiani ha detto...

nella mia circoscrizione ho firmato una settimana fa per il referendum. C'erano 15 firme prima della mia.
Forse era il caso di mettere un banchetto su SL...

Bulbo Oculato ha detto...

laicista, ludovica e samuelesiani: e allora usiamo il vacuo per le cose serie. Mettiamo Paris Hilton al banchetto dei referendari e vediamo se le firme s'impennano.

Mnemonich ha detto...

Ma è una petizione da firmare solo nelle città ?

tock ha detto...

L'italiano medio-resposabile dorme.Bertinotti rifiuta di cacciare Previti dal Parlamento.
Vi ricordate cosa successe in Francia con la legge del primo impiego?
In Italia si dorme su tutto.
State assistendo all'indecoroso battage pubblicitario per il lancio della nuova 500 fiat, battage pubblicitario fatto a spese dell'ignaro consumatore? Vedrete che l'Italia questa volta si sveglierà per una macchinuccia appena appena visibile.

ILLAICISTA ha detto...

Certo, può essere un'idea.
Del resto mi pare che i politici, il "vacuo", lo usino spesso, no? :)

Osteria dei Satiri ha detto...

hai perfettamente ragione...in fondo è una cosa che ha inventato la politica...ci danno le cose vacue per farci dimenticare che ci stanno lasciando in mutande...
max