martedì 19 febbraio 2008

Manifesta sfacciataggine


Ci sono manifesti elettorali che ti mettono i brividi. Questo si eleva all'istante nell'Olimpo dei più improponibili e surreali.

Non si capisce se quella faccia raffiguri un candidato o un clandestino da rispedire alla frontiera. Non è chiaro se i valori siano quelli della lealtà politica e del rigore morale - a cui De Gregorio si è sempre ispirato - o quelli custoditi in un caveau.

È evidente, invece, che votare Italiani nel Mondo è una cosa fuori dal mondo.

Lo slogan ipergalattico sui confini della volontà lascerebbe di sasso anche Anakin Skywalker. Rispondiamo che la volontà di non vedere più in Parlamento Sergio De Gregorio varca ogni confine.

Aderire al suo progetto? Quale, quello di farsi rieleggere?

12 commenti:

astrosio ha detto...

Grandissimo! Io lo voto! Voto lui e Olindo! Così annullo la scheda! Ma lo voto!

Davide (South) ha detto...

Pensi sia il più assurdo della campagna elettorale? Nooo, aspetta qualche giorno e vedi quante perle verranno fuori!

AmosGitai ha detto...

Certi personaggi non hanno dignità.
Pensano soltanto alla sedia e non sono più neanche capaci di celare le loro sporche intenzioni.
L'unico confine è quello di lasciarli confinati nella loro ideologia arrivista e dunque non votarli.

abs/prostata/antiblogger ha detto...

Sì, ma avvisate quando mettete De Gregorioink! Mi stava prendendo un accidenti!

Anonimo ha detto...

Mi è venuto il vomito per tutti i personaggi della politica italiana, da Berlusconi a Veltroni passando per Giordano Bertinotti Dalema ......
basta il mio sogno è che questa gente sparisca per sempre !!!!!!!!!!!!
Per un'Italia libera da questi ladri annulliamo le schede elettorali e dimostriamo la nostra disapprovazione.

Anonimo ha detto...

De gregorio è "manifestamente" improponibile, però anche il voto agli italiani nel mondo, così lontani dalle cose di casa nostra...
Piuttosto mi allarma molto il qualunquismo dei commenti!!!
Signori il voto è l'unico strumento di democrazia che ci resta, teniamocelo stretto e non sprechiamolo, o saranno gli altri a decidere per noi, probabilmente proprio quelli che detestiamo di più!

Nicola Andrucci ha detto...

non sarebbe credibile neanche se perdesse 60 kg! :-D

tock ha detto...

L'Italia è piena di rifiuti!

martur ha detto...

ragazzi, riuniamoci in un umile raccoglimento. Copiamo dagli americani le cavolate più cavolate che hanno (vedi Mc Donald's, thimberland, crick crock in grandissima quantità quando andiamo al cinema(meglio se multisala!!), non riusciamo a copiare il loro metodo di svolgere le elezioni: uno, due, tre ...candidati, a metà corsa chi capisce che non ce la farà si ritira e lascia spazio a chi riceverà più consensi...E' possibile fare altrettanto, per evitare che dopo le elezioni si scannino? Non disperdiamo voti, pensiamo al dopo voto, al 15 aprile!! I rappresentanti dei partiti piccoli...

Anonimo ha detto...

Oggi come oggi, già solo parlare di politica vuol dire piegarsi di nuovo a novanta.
Io sono sempre stato un fautore del dovere di voto..
Ma oggi sono convinto che sia che si voti a destra, sia che si voti a sinistra, sia che si voti grande, sia che si voti piccolo, sia che non si voti, il risultato non cambierà.
Oggi il voto non ha più senso.
E mi pare anche giusto, visto che sensa senso sono tutti i candidati e anche gli elettori.

Ad ogni modo, finchè ci sarà pane credo che nessuno sparerà.


Pier Paolo

studium ha detto...

mancano solo il rametto di mirto e lo spiedo

Anonimo ha detto...

Ma ci sono anche novità:


http://www.ansa.it/opencms/export/site/visualizza_fdg.html_45807359.html

Pier Paolo