lunedì 15 settembre 2008

Le mignotte che nessuno vuol vedere

Il governo ha deciso che la prostituzione non potrà più essere esercitata per strada, nei parchi, in aperta campagna, insomma all’aperto. Pena il carcere.

Resta invece pienamente consentita quella negli alberghi di Via Veneto a Roma, soprattutto se a usufruirne è un parlamentare. 

Rimane ampiamente in voga anche la prostituzione – se preferite prostrazione - di molti politici italiani nei confronti del Vaticano, a cui essi svendono, per mero tornaconto elettorale, quel po’ di laicità che resta nello Stato. 

Si rafforza, visti gli ottimi risultati, l’abitudine a prostituirsi con i potenti per ottenere poltrone di governo

Intoccabile, come sempre, la prostituzione universitaria, quella praticata dalle studentesse a beneficio dei professori pur di passare l’esame o guadagnarsi una laurea facile.

Più che mai trendy la prostituzione dei transessuali, a patto che si rivolga esclusivamente a giovani esponenti di multinazionali automobilistiche. 

E nessuno se la prenderà col chirurgo che va a prostituirsi dal boss mafioso per ottenere la nomina a primario e curare gli interessi della malavita, più che i pazienti. 

Insomma, giammai si intraprenda una battaglia contro la vera prostituzione, quella che non si vede in strada ma fa marcire il paese. Una prostituzione che fa rima con putrefazione.

14 commenti:

astrosio@live.it ha detto...

la carfagna che fa una legge del genere farebbe piangere, se non facesse ridere. si', ho scritto bene.

tock ha detto...

Se passa la legge, alle prostitute non resta che darsi ai calendari sexi. Mara docet.

StefsTM ha detto...

Insomma hanno trovato il modo per impedire alla gente e ai giornali di dire che questo paese sta andando a puttane.

Aloha

elisa ha detto...

Ma così la Carfagna ci resta male....

Bulbo Oculato ha detto...

astrosio ed elisa: carfagna ha detto che la gente che vende il proprio corpo la fa rabbrividire. Non si è capito se è un brivido di piacere.

tock: si potranno fare i calendari, ma non all'aria aperta.

stefstm: saranno le puttane ad accorrere a noi.

sam ha detto...

il ministro delle pari oppotunità di cui ometto il nome per decenza, è oltre che moralista anche profondamente ipocrita. Non rispetta neppure il suo passato, quando il suo corpo e la sua immagine la vendeva (altro non so, ma quello di sicuro) per soldi e successo.

Stefano ha detto...

Post molto duro. Anche se, sfortunatamente, quasi del tutto condivisibile. Ho solo un appunto da fare sulla Carfagna: il fatto che in passato ella abbia fatto la soubrette NON implica che sarà un cattivo ministro delle Pari Opportunità. Ricordiamoci che Reagan, considerato a torto o a ragione uno dei più grandi Presidenti del XX secolo, faceva l'attore...

Bulbo Oculato ha detto...

sam: è come l'Olocausto per An o i gulag per il Pd. Il passato si emenda, solo che qui non è servito neanche un congresso.

stefano: caschi a fagiolo. Da un paio d'anni nel mio profilo personale sul blog c'è una citazione di Reagan.

Anonimo ha detto...

E' una vecchia abitudine tutta italiana quella di fare leggi che "eliminano" i problemi senza risolverli.
La prostituzione andrebbe affrontata e cercate risposte istituzionali non perchè "è sconcia in strada", ma perchè è la punta dell'iceberg di sfruttamento, spesso di minorenni, atti di violenza, segregazione, strettamente legata alla criminalità organizzata, ecc.

Per le altre prosituzioni, altrettanto italiane, non credo che i miei occhi vedranno cambiamenti, e non sono occhi particolarmente anziani.

Blog molto interesante, complimenti.

Pronta a Partire

Pensatoio ha detto...

E ti vengo a cercareeeee....
http://pensatoio.ilcannocchiale.it/2008/09/12/avviso_allutenza.html

IL LAICISTA ha detto...

Ecco, questo è un post che mi sarebbe piaciuto scrivere, bellissimo!

Io dico che l'operazione Cicciolina che i radicali inventarono qualche decennio fa, era molto più onesta e soprattutto meno ipocrita dei provvedimenti della Carfagna.

Alessandra ha detto...

standing ovation.

Bulbo Oculato ha detto...

pronta a partire: hai ragione sulle leggi che eliminano senza risolvere. Un po' come mettere la polvere sotto il tappeto. In questo siamo maestri.

pensatoio: ho visto, pure tu ci dai dentro con la Carfagna. Nel senso del blog.

laicista: intanto grazie. Cicciolina era una provocazione, sebbene pagata coi nostri soldi.

alessandra: a me o alla Carfagna?

Alessandra ha detto...

(O_O)
c'è bisogno di specificarlo?
(oddio, con i tempi che corrono forse si)
chiaramente era per te. ^_^