mercoledì 10 gennaio 2007

Ma voi i medici li capite?

Stamattina ho eseguito una tricotomia facciale e subito dopo ho appurato con soddisfazione che il mio alvo è regolare.

Questa sarebbe la mia giornata se fosse governata dalle espressioni mediche, da quei termini oscuri e minacciosi con cui spesso ci viene comunicata una diagnosi.

Io però voglio parlare come mangio e quindi dico che stamattina mi sono fatto la barba e poi ho fatto una bella cacca.

Caro medico, non mi esponga il movente patogenico della mia epistassi ma mi dica perché mi sanguina il naso. E se ho l'influenza perché diavolo mi spaventa guardandomi negli occhi e dicendomi che ho un'affezione virale? Va a finire che mi prende una sincope per davvero! Poi mi chiederà se accuso un dolore e io le dovrò rispondere che semmai lo sento.

E cosa mi consiglia per guarire? Di assumere un farmaco non steroideo? A parte che in tempi di magra non assumo nessuno, ma che cacchio vuol dire steroideo, che c'ha il dolby surround?!


Eppure, caro dottore, mi sono sforzato di adoperare il suo lessico. Ho tentato l'approccio a una ragazza dicendole "Accidenti, non sei per niente affetta da pannicolopatia edemato-fibrosclerotica!". Io volevo solo dirle che non aveva un filo di cellulite, ma evidentemente non ha apprezzato il complimento. Sigh!

4 commenti:

Rumenta ha detto...

anch'io questa mattina ho fatto una bella cacca. Anzi, per l'occasione ti faccio dono di una massima da me coniata:
"Cacata mattutina, giornata sopraffina"

gloutchov ha detto...

eh..eh..eh.. mi hai fatto pensare a Scrubs!! :)

bulbo oculato ha detto...

beh, un tirocinio nell'ospedale di Scrubs lo farei volentieri! :-)

tatock ha detto...

Temini medici, faccenda seria.
Leggete questa.
Una signora si presenta all'ambulatorio di un ospedale napoletano e, dolorante,chiede " facitemi visità da 'n'ocu..lista"
L'infermiere, gentile, le chiede allora che sente. E la signora imperiosa " tengh 'e 'morroidi"
L'infermiere, giustamente preoccupato, valuta il problema e risponde " signò, vuje nun avit bisogno dell'o 'cul..ista, ma de n'an..lista"