venerdì 16 marzo 2007

I transessuali: non è vero che andiamo a politici!

Questo post è stato pubblicato anche su Panorama.

Esasperati dalle calunnie di Vallettopoli e stufi di essere pedinati dai fotografi, i transessuali si ribellano alla gogna mediatica cui da tempo sono sottoposti.

“Ci siamo rotti di prendercela nel didietro per colpa di questo o quel fotografo!”, esordisce Tatiuska. “Mica ci possiamo sputtanare la reputazione perché in tv dicono che andiamo a politici o a ex regnanti! Non c'è nulla di vergognoso a stare con un trans, casomai siamo noi a sentirci diffamati quando sui giornali ci associano a certa gente”.

“Ma secondo voi - si sfoga Esmeralda - io mi sono pagata un’operazione coi controfiocchi per finire così? A questo punto ve la dico tutta: secondo voi mi sono fatta fare una vagina da zero con la pelle del pisello per poi farmi sleccazzare da quegli infami dei politici, che in Parlamento si prostituiscono ben più di noi?”.

“A che serve – piagnucola Boobinda jr. - prendere estrogeni per una vita e spendere un patrimonio per le cure ormonali se poi basta un rampollo qualunque per rovinarti? Ve lo ricordate quello che a Torino per sniffare e fare sesso stava quasi crepando, no? Se nella nostra categoria c’è una mela marcia che si compromette con un soggetto simile, non è che dobbiamo rimetterci tutti”.

“Porca zozza, porca!”, puntualizza Gianfiliberta. “Lo sapete quanto sono stata in lista per l’operazione, eh? E non fatemi pensare al calvario terapeutico e legale che mi sono sorbita, sempre a garbugliare con psicologi, chirurghi, consulenti e tribunali. Ora non accetto che un articolo di giornale mi mandi tutto, scusate, a gambe all’aria”.

Gertrudo è un FTM, cioè una donna diventata uomo, e ha già deciso di tutelare davanti al giudice la propria onorabilità: “Ogni giorno ci facciamo un mazzo così, nel vero senso della parola, e poi sui giornali ci ritroviamo mescolati a parlamentari, calciatori e imprenditori di ogni risma. Finché ci diffamano con gli immobiliaristi, passi, ma a questo punto ci metterà bocca l’avvocato... e non fate ironie fuori luogo, quando ero donna mi sono fatto asportare tutto l’ambaradan e m’è toccato prendere un lembo di avambraccio per farmi impiantare una specie di uccello. Altro che storie!”.


“Io lascio – piagnucola Sibillya – mollo tutto e torno all’Inps a fare i cedolini. Nel nostro mestiere già ci rimetti la faccia e il tuo buon nome, anche letteralmente, perché sul tram devi sorbirti la smorfia schifata del controllore quando ti guarda la carta d’identità. Ecco, se alla fine devo pure giocarmi la reputazione allora buonanotte”.

Vota questo post su OkNotizie

10 commenti:

Giovanni ha detto...

Geniale, acciderbola!!!
Gioiosa giornata.
Giovanni

Mary ha detto...

Hanno ragione. Sono accusati di andare con gente fisicamente repellente e moralmente deplorevole.
Allora accusiamoli di pomiciare con Satana e si fa prima!

dottorTroy ha detto...

Povero Sircana, e tutto per un trans chiamato desiderio...

tock ha detto...

Io farei di tutti un bel fascio. Mah.!

ILLAICISTA ha detto...

:DD
Grande!

Danilo ha detto...

Bello ma c'è un errore.
"Gertrudo è un MTF, cioè una donna diventata uomo" è sbagliato "MTF" significa "Male to Female" quindi da uomo a donna, se vuoi scrivere da donna a uomo è FTM "Female to Male"
ciao ciao

Mirella Izzo ha detto...

Bon Bulbo Oculato... io sono "quella" che ha scritto una "lettera aperta a Sìrcana" (ben poco lanciata dalle agenzie, ovviamente) e che devo dirti. Si mi piace il rovesciamento di ruoli ironico del tuo post.. Un po' meno che anche tu cadi in un paio di stereotipi un po' "odiosi": parli di trans facendo una sorta di equivalenza con prostituta (ma oggi per fortuna un buon 50% delle ragazze trans, con tantissima fatica, riesce a trovare uno straccio di lavoro diverso da quello "imposto") e continui a usare il maschile (i trans) per indicare noi donne transgender (o transessuali, se preferisci). Per il resto mi è piaciuto molto.
Ah.. se qualcuno vuole leggere la letterina a Sircana è on line qui:
http://www.gay.it/channels/view.php?ID=22657&p=1

Bulbo Oculato ha detto...

danilo: hai ragione, è stata una svista. Thanks.

mirella: so che non tutti i trans e le trans lavorano per strada, come hai ben evidenziato nella tua lettera a Sircana. Mi sono solo concesso una forzatura legata al taglio sarcastico del post. E comunque grazie per il tuo contributo.

Anonimo ha detto...

Già non tutte lavorano per strada, altre in casa, altre in ufficio.

Io per esempio ho costruito parte del sistema usato da unicredit per la banca on line, sviluppo software da 12 anni ne ho 36 di anni.

Sono MTF per la precisione e rendo noto che nessun FTM si è mai prostituito fino ad ora.

dadillo ha detto...

Acciderba adesso è colpa dei trans se vip e politici ci cascano..poco male stasera mi fermo con un trans e se mi becca mia moglie gli dico..è stato lui ..opss! lei..