venerdì 17 novembre 2006

Scafista salvami tu

Siamo spacciati. Andiamo inesorabilmente verso l'immobilità coatta:
  • Trenitalia sta fallendo ad alta velocità
  • Autostrade non riesce a farci muovere da nord a sud
  • Alitalia più vola e più perde soldi: pura mostruosità. Presto la vedremo sotto spirito all'università vicino alle teste con tre occhi
Ci restano il mare e i fiumi. Dopo anni di reciproche incomprensioni dovremo rivalutare gli scafisti e ammettere che - loro sì - sono una sicurezza. Veloci, puntuali, con mezzi all'avanguardia sia per il traffico passeggeri che per le merci. E mai uno sciopero.

Già me li vedo sbigottiti quando andremo loro incontro con il pollice alzato per risalire il Po a bordo di un gommone biturbo.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Hai dimenticato la metropolitana....

Bulbo Oculato ha detto...

che telepatia, ne sentirai parlare sul blog nei prossimi giorni. E comunque ironizzare sulla metro (io uso quella di Roma) è come sparare a una tartaruga tirata fuori dal guscio e legata ad un palo :-)))