mercoledì 15 novembre 2006

Sesso calcolato


C'è poco da fare, l'Italia non sa tenersi i suoi talenti. Ma come si fa, dico, a sospendere una prof di 33 anni perché in aula interagiva seminuda con cinque alunni adolescenti anch'essi mezzi svestiti?!

Anzitutto l'episodio è avvenuto in piena terra celodurista - una scuola media di Nova Milanese - e quindi andrebbe a fagiolo con il verbo leghista.

Ma qui si sta ignorando la valenza pratica della scuola, l'insegnamento come palestra di vita. Cos'altro faceva la prof di matematica se non esemplificare ai ragazzi le curve algebriche e i vari tipi di triangolo?

Chi adesso vuole radiarla si faccia un esame di coscienza e pensi a quanto sia ammirevole insegnare le applicazioni della matematica: calcolare dal vivo un coefficiente angolare, tentare una rototraslazione, finanche illustrare la geniale spirale di Archimede.

E chi grida allo scandalo perché alcuni dei ragazzi avevano i pantaloni calati dovrebbe sapere che era solo per confrontare le grandezze vettoriali e adeguare l'intera scena ai princìpi della geometria euclidea.

E poi dicono che i migliori se ne vanno all'estero!

8 commenti:

Rumenta ha detto...

Ma andava a scuola con te?

Bulbo Oculato ha detto...

scherzi? io stavo dalle suore passioniste!

Lucia ha detto...

chissà se a lei dicevano "basctaaaa", "c'hai 'ottoooo"

ossequi

pirucchietto ha detto...

pietracatella e meglio di vuotto?

Bulbo Oculato ha detto...

non so se è meglio di Vuotto, ma tu che sei matematica puoi comprendere la vicenda meglio di tutti... :-))

Bulbo Oculato ha detto...

per lucia: altro che "bascccta", quelli non sentivano neanche la campanella!

Bulbo Oculato ha detto...

per chi non lo sapesse: Pietracatella è il paese di origine della prof: http://www.comuni-italiani.it/070/053/

Anonimo ha detto...

Questo tipo di notizie sono fin tropo succulente per essere prese per buone senza una buona dose di prudenza.